Un servizio a portata di tutti

Cosa fare in caso di decesso di un familiare

Decesso in Ospedale

Qualora il decesso avvenisse in ospedale o altra struttura medica, la salma va sottoposta per circa 20 minuti a elettrocardiogramma per poi essere trasferita in obitorio; qui avverrà il servizio di vestizione, con i parenti che dovranno far recapitare i vestiti il prima possibile. In tutto ciò, l’ente ospedaliero entro 24 ore dovrà avviare all’ufficiale di Stato Civile del comune di decesso la dichiarazione di morte e tutti i documenti connessi. Su richiesta dei familiari, la salma può essere traslata in un’altra sede.

Gli orari di visita variano in base all’obitorio, più in generale il defunto viene esposto dalla mattina del giorno del funerale.

Decesso in Abitazione

Qualora il decesso avvenisse all’interno dell’abitazione, la famiglia deve avvisare subito il medico curante o in alternativa la guardia medica: sarà proprio uno di loro a redigere la constatazione di decesso da inviare all’ufficiale di Stato Civile. La salma può essere traslata verso un obitorio, tuttavia viene richiesto di non vestirla ma di preparare tutto l’occorrente.

Qualora si decida per tenere la salma in casa, l’agenzia funebre provvederà a tutto avvisando anche il medico necroscopo per la visita tra le 6 e le 36 ore successive al decesso, nonché per la conservazione del cadavere stesso. Dopo un periodo di 24 o 48 ore di osservazione, si consiglia di trasferire la salma in obitorio anche per motivi igienico sanitari.

Decesso in luogo pubblico

Qualora il decesso avvenisse in un luogo pubblico, a prescindere che si tratti di cause naturali o di una morte violenta, bisogna contattare le Forze dell’Ordine e il medico necroscopo per il trasferimento della salma in un obitorio, tutto dietro autorizzazione della Questura. Altro requisito fondamentale è il nulla osta rilasciato dalla Procura della Repubblica per la pianificazione del funerale.

Come si pianifica il Funerale

A prescindere dalla tipologia del decesso, spetta alla famiglia in primis scegliere l’agenzia di onoranze funebri; in secondo luogo, la famiglia stessa con il parroco e l’impresa funeraria decideranno autonomamente il giorno e l’ora del funerale dopo le 24-48 ore di osservazione, o previo nulla osta della PDR.

Il giorno e l’ora del funerale vanno comunicati all’ufficio comunale che si occupa della gestione cimiteriale, insieme al tipo di sepoltura che si intende effettuare. Presso l’agenzia funebre è bene munirsi di foto (anche digitale) e codice fiscale del defunto oltre che quelli di un parente per l’espletamento delle pratiche.